Home » CHI SIAMO

CHI SIAMO


Uno spettro si aggira per il Paese e il mondo: ogni anno miete milioni di vittime per infarto miocardico e ictus.
Lo spettro è il rischio cardiometabolico, legato alla pandemia di obesità, sindrome metabolica e diabete.
Nei paesi economicamente più avanzati circa il 40% della mortalità totale è attribuibile alle malattie cardiovascolari (infarto del cuore, ictus).
Una miscela di fattori di rischio, da quelli tradizionali (fumo, ipertensione, colesterolo) a quelli emergenti minaccia la nostra e le future generazioni.
L’età di comparsa delle malattie cardiometaboliche si riduce sempre più, coinvolgendo anche l’ambito pediatrico, responsabile la diffusione sempre maggiore di stili di vita improntati alla sedentarietà, all’iperalimentazione o al consumo di alimenti di scarsa qualità.

Per parlarne l’associazione (non formalizzata) “Amici per il Cuore” ha realizzato il portale sanitario: “Cardiometabolik.com”, rivolto essenzialmente a utenti di ogni età (ragazzi e adulti) che cercano in rete informazioni di alto valore scientifico, proposte in modo allettante, in termini chiari e semplici, alla portata di tutti.
Gli obiettivi:

  • 1. promuovere cambiamenti degli stili di vita,
  • 2. stimolare le persone, specie quelle a rischio, a effettuare controlli clinici,
  • 3. motivare chi è già malato affinchè diventi lui stesso “regista” della cura della propria malattia cronica.

Ma come proporre al pubblico laico un argomento così serio e complesso, senza annoiare, senza ingenerare ripulsa?

Siamo ricorsi alla metafora della piccola tigre di carta: CATBOLIK, il gatto diabolico.
Catbolik è un gattone simpatico, che piacerà molto ai bambini, ma furbo e tendenzialmente pericoloso.
Non è Diabolik, cui s’ispira: quello è un ninja micidiale e inesorabile. Non lancia al cuore coltelli, ma freccette. Il cuore (e tutti gli altri organi come lui “bersagliati”: cervello, occhi, reni, grandi arterie) soffre e soffre per molti anni, in silenzio.
Poi quando l’accumulo del danno diventa insostenibile, si verificano eventi gravi, potenzialmente mortali. L’aforisma “30 anni (ci vogliono) per una placca (ateromasica nella coronaria) 3 minuti (ci vogliono invece) per l’infarto (miocardico), descrive bene il tipo di lavoro diabolico del gattone.

Tuttavia il messaggio chiave, che deve passare, è il seguente.
Catbolik sarà pure una tigre di carta, ma noi siamo molto più intelligenti di lui (quando lo vogliamo). Perciò basta essere aperti a nuove conoscenze, attenti, corretti negli stili di vita, adeguati a seguire le terapie prescritte e quelle freccette (che siamo noi stessi a fornirgli) risulteranno spuntate e non potranno far male al cuore e agli altri organi bersagliati.
Catbolik non è invincibile! Lotta con noi per difendere la tua salute.

Scroll To Top