Home » RISORSE

Category Archives: RISORSE Subscribe!


CORREGGERE LA DOSE DELL’INSULINA BASALE

L’insulina basale, a differenza di quella prandiale (che si pratica in bolo tutte le volte che il diabetico assume del cibo), s’inietta solo una volta al giorno, generalmente la notte, prima di andare a letto. Come già sappiamo si sceglie...
Read More »

IL GLUCOMETRO

E’ il dispositivo medicale più semplice per rilevare la glicemia capillare: il paziente ottiene un piccola goccia di sangue pungendosi il polpastrello di un dito. Il sangue viene applicato sull’estremità libera della striscia reattiva, mentre l’altra è inserita nell’apposita apertura...
Read More »

UTILITA’ CLINICA DELL’AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO

L’automonitoraggio glicemico viene valutato mediante dispositivi medicali di varia complessità da quelli più semplici,  i glucometri, a quelli tecnologicamente più avanzati  i sensori e il FreeStyle Libre, che permettono il monitoraggio continuo. L’automonitoraggio   serve a raccogliere informazioni sui valori glicemici del diabetico nei diversi momenti...
Read More »

AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO (NEL PAZIENTE INSULINO-DIPENDENTE)

I pazienti insulino-dipendenti che praticano lo schema basal-bolus (terapia insulinica intensiva) ordinariamente dovrebbero valutare le loro glicemie almeno tre volte al giorno, prima dei pasti, allo scopo di verificare se si è a target (glicemia tra 80 – 120mg%) e...
Read More »

LIPODISTROFIE DA INSULINA: SOLO INESTETISMI?

La lipodistrofia  da iniezioni d’insulina (LDI) è un’alterazione localizzata del tessuto adiposo sottocutaneo, strettamente correlato  a 3 fattori: 1) il traumatismo ripetuto dell’ago d’iniezione, 2) l’accumulo locale d’insulina  e 3) la reattività tissutale del soggetto. Si distinguono 2 tipi di LDI: -la...
Read More »

RICONOSCERE LE CRISI IPERGLICEMICHE NEL DIABETE MELLITO

Le crisi ipoglicemiche non sono le uniche complicanze acute in cui possono incorrere i soggetti con diabete di tipo 1 (DMT1)  e di  tipo 2 (DMT2) insulino-trattato; tra queste vanno considerate anche le crisi   iperglicemiche. Ve ne sono di due tipi...
Read More »

AREA CARDIOPROTETTA

Pullulano in città cartelli con la scritta “Area cardioprotetta”:  agli ingressi di strutture pubbliche (scuole, tribunali, stadi …), di strutture private (palestre),  di spazi verdi attrezzati. Anche sui cartelloni pubblicitari di eventi sportivi. Si ha l’impressione che sia in atto...
Read More »

SCHEMA AUTOMONITORAGGIO PER DIABETICI INSULINO-DIPENDENTI

COLAZIONE PRANZO CENA NOTTE data prima del pasto dopo 2 dal bolo insulinico prima del pasto dopo 2 dal bolo insulinico prima del pasto dopo 2 dal bolo insulinico dopo 4 ore dal bolo insulinico ore 1 o 2 di...
Read More »

10 CONSIGLI ALLA PERSONA AFFETTA DA IPERTENSIONE ARTERIOSA

L’ipertensione arteriosa è uno dei più importanti e diffusi fattori di rischio cardio-vascolare: aderendo alla prescrizione terapeutica del medico, monitorandola con regolarità e modificando le tue abitudini di vita,  puoi  tenerla efficacemente sotto controllo. 1. ADERENZA ALLA TERAPIA ANTIPERTENSIVA Un...
Read More »

SOGLIA AEROBICA, PUNTO DI CROSSOVER, SOGLIA ANAEROBICA

Le cellule muscolari sono in grado di utilizzare a scopo energetico diversi composti chimici: glucosio (prelevato dal sangue e immaganizzato nel muscolo come glicogeno), acidi grassi e corpi chetonici. L’utilizzo di un composto piuttosto che un altro dipende da numerosi...
Read More »
Scroll To Top